I bambini custodi del loro futuro. Giornata sulla sana alimentazione

Imparare a riconoscere i buoni alimenti, a rispettare l’ambiente, a comprendere di essere i custodi del futuro. Una mattinata intensa per i bambini delle elementari dell’As.So.Ri. che hanno seguito con attenzione, nella sala mensa della scuola, il racconto dei valori della sana alimentazione anche attraverso l’intervento della direttrice della scuola Pia Colabella e del presidente dell’As.So.Ri. Costanzo Mastrangelo.

Durante la mattinata i bambini hanno consumato una merenda a base di frutta ed hanno sostituito i bicchieri di plastica con borracce termiche donate da Rosso Gargano rappresentata dal direttore commerciale Stasi. Quest’ultimo momento della giornata di orientamento è stata inserita all’interno del protocollo d’intesa Rete nazionale scuole Green, progetto seguito dall’insegnante Elena Corona, che da ottobre vede la scuola dell’ASSORI ancora più attenta all’ecosostenibilità ambientale.
La dottoressa Lisa Mastrangelo pediatra dell’As.So.Ri. ha evidenziato l’impegno della scuola nella direzione della sana e corretta alimentazione.

“La nostra scuola lavora quotidianamente per formare alunni consapevoli, capaci di pensare, di ascoltarsi, di riflettere e i nostri bambini, in quanto custodi del loro futuro, devono imparare a comprendere anche quanto sia importante per loro mangiare bene. Così il momento della mensa, oltre ad essere un necessario spazio di convivialità diviene anche un‘occasione per imparare a costruire insieme la propria salute, per sperimentare nuovi sapori e per imparare che non tutti i bambini possono mangiare le stesse cose. La nostra mensa, infatti, vanta la presenza di una cuoca esclusivamente dedicata alla preparazione dei pasti per bambini con particolari esigenze alimentari: bambini con diabete, celiachia, iper-colesterolemia, fenilchetonuria; i nostri alunni vengono informati dell’esistenza di queste condizioni in giornate dedicate che hanno come finalità l’informazione e come diretta conseguenza una naturale integrazione nei momenti della mensa di questi bambini affetti da condizioni morbose particolari”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *